La storia della discoteca Sayonara

La discoteca Sayonara è stata un luogo iconico della cultura dance italiana che ha lasciato un segno indelebile nella storia del divertimento notturno del nostro paese. Nata nel lontano 1962, grazie alla lungimiranza del compianto Sergio Medola, la discoteca Sayonara è stata uno dei più grandi locali da ballo dell’epoca e ha contribuito a dare notorietà alla cittadina di Castel Goffredo, nella provincia di Mantova.

Negli anni ’60 e ’70, la Sayonara ha ospitato molti artisti nazionali e internazionali di successo, attirando un pubblico sempre più vasto e appassionato. Ma è stato negli anni ’80 che il locale ha raggiunto il suo massimo splendore e ha avuto un ruolo decisivo nella diffusione della musica dance in Italia.

La gestione del locale, chiamata proprio “Sayonara”, ha saputo cogliere l’onda della tendenza musicale del momento e ha trasformato il dancing in una vera e propria discoteca, diventando il tempio della musica dance degli anni ’80. La discoteca Sayonara è stata un luogo di aggregazione per giovani e meno giovani, dove la musica, i balli e le luci hanno fatto da sfondo a serate indimenticabili.

Purtroppo, nel 1988/89 la gestione del locale ha deciso di chiudere i battenti e la Sayonara è stata rilevata da un altro marchio. Nonostante ciò, qualsiasi persona che ha conosciuto il posto, anche negli anni successivi, lo ricorda con affetto e nostalgia, chiamandolo ancora oggi “Sayo” o “Sayonara”.

La discoteca Sayonara è stata molto più di un semplice luogo di divertimento: è stata un simbolo di un’epoca, di una cultura, di una passione per la musica e per la vita. Ancora oggi, a distanza di decenni, la sua fama e la sua leggenda continuano a vivere, grazie alla memoria e al cuore di coloro che l’hanno frequentata e amata.

Per maggiori informazioni su prossimi eventi e location, si può consultare la pagina Facebook ufficiale della discoteca Sayonara

VAI AL NEGOZIO SAYONARA